Inizio (Home) > News & Info > 02/11/2011 Mercoledì 22 marzo 2017
 

Cattedra di studi mariologici "Beato Giovanni Duns Scoto"

Pontificia Universitŕ Antonianum

 
 
 
 
PAMI

In continuità con le storiche “Cattedre” intitolate al beato Giovanni Duns Scoto, «Dottore Sottile e Mariano» (Paolo VI, Alma parens, AAS 58 [1966], 612), la Pontificia Accademia Mariana Internazionale e la Pontificia Università Antonianum hanno istituito nella Facoltà di Teologia «una Cattedra di studi mariologici intitolata a questo grande teologo», per la cui fondazione si è rallegrato il papa Giovanni Paolo II (Oss.Rom.8.11.98, p.7).
 
¤E’ noto che «accanto alla cattedrale maestosa di San Tommaso d’Aquino, fra altre c’è quella degna d’onore – sia pur dissimile per mole e struttura – che elevò al cielo su ferme basi e con arditi pinnacoli l’ardente speculazione di Giovanni Duns Scoto.
Egli ... della “Scuola francescana” divenne il rappresentante più qualificato. Lo spirito e l’ideale di San Francesco d’Assisi si celano e fervono nell’opera di Giovanni Duns Scoto, dove questi fa alitare lo spirito serafico del Patriarca Assisiate, subordinando il sapereal ben vivere» (Alma parens, AAS58 [1966], 611).
 
¤ Giovanni Paolo II riconobbe che «Per l’acutezza del suo ingegno e la straordinaria capacità di penetrazione del mistero di Dio, egli è per la Chiesa e per l’intera umanità, Maestro di pensiero e di vita»:
- «La sua dottrina, dalla quale si potranno ricavare lucide armi per combattere e allontanare la nube nera dell’ateismo che offusca l’età nostra, edifica vigorosamente la Chiesa, sostenendola nella sua urgente missione di nuova evangelizzazione dei popoli della terra». 
- Per questo egli «costituisce un esempio di fedeltà alla verità rivelata, di feconda azione sacerdotale, di serio dialogo nella ricerca dell’unità» (Giovanni Paolo II, Omelia per la beatificazione, OssRom22-23 marzo 1993, p. 4).
- Dal tesoro teologico delle sue opere si possono ricavare spunti preziosi per “sereni colloqui” tra la Chiesa cattolica e le altre Confessioni cristiane (cfr AAS 58 [1966] 609-614).
È da notare, infine, che Giovanni Paolo II più volte ha chiamato Scoto il “dottore dell’Immacolata” perché «ci ha reso accessibile il mistero della Immacolata Concezione di Maria e ci ha descritto la sua importanza nel piano di salvezza divino» (Discorso alla Comunità Kolping, Colonia 15 novembre 1980).
 
In questa ottica, la Cattedra di studi mariologici, insieme alla teologia e mariologia in generale, vuole studiare e approfondire il tesoro intellettuale della Scuola francescana dove risplende l’eccellenza della carità sopra ogni scienza, Gesù Cristo inteso nel suo primato universale, quale capolavoro di Dio, glorificatore della Santissima Trinità e Redentore del genere umano, Re nell’ordine naturale e soprannaturale, al cui lato splende di originale bellezza la “Vergine fatta Chiesa”, la “Madre Immacolata”, “Regina degli Angeli e dell’universo” (AAS[1966], 611-612), “Stella dell’Evangelizzazione” (Giovanni PaoloII, Messaggio al Congresso Mariologico Internazionale di Huelva).

Programma biennale:

I. Storia della mariologia francescana      
 
1. Maria, Signora Santa, nella teologia francescana                                            
    (Storia del pensiero francescano I: da Francesco d’Assisi a Giovanni Duns Scoto)    
2. Maria Immacolata e Assunta in cielo nella Scuola francescana                        
   (Storia del pensiero francescano II: da Scoto al Concilio Vaticano II)  
 
II. Approfondimenti teologici
 
1. Maria, Madre di Dio e l’amore del Sommo Bene in Bonaventura da Bagnoregio
2. Teologia e mariologia del beato Giovanni Duns Scoto
3. L’inabitazione dello Spirito Santo nella Vergine fatta Chiesa 
4. Cristo e Maria assunta in cielo immagine dell’umanità glorificata
5. La cooperazione di Maria all’opera della salvezza
6. La Vergine Maria nei testi liturgici della tradizione francescana  
7. Inculturazione della figura di Maria (Africa, America, Asia)               
 
III. Seminari
 
1. Maria nella predicazione francescana
2. “Seguire Cristo e Maria”: fondamenti mariani della spiritualità francescana
3. Lettura e approfondimento dei testi cristologici e mariani del B. Giovanni Duns Scoto
4. Le apparizioni mariane nella tradizione della Chiesa
        
III. Giornate di studio
 
Durante l’anno accademico è prevista ogni anno una giornata di studio.



 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  
Pagina visualizzata 7171 volte
 
Share |
 
 

Contact us, contattaciInfo Download facebook youtube

Maria
 
 
Altre istituzioni
 
Login
Username:
Password:

Cerca
Pubblicazioni
 
Cerca con Google
Web
PAMI
 
 
 

Contattaci
Pontificia Academia Mariana Internationalis - 00120 Città del Vaticano
Secretaria: Via Merulana, 124 - 00185 Roma - Italia
Telefono 0670373235 - fax 0670373234
Webmaster: Martín Carbajo Núñez